Ultime Notizie

“Io ci sono”: su Rai Uno la storia di Lucia Annibali

Un’intensa Cristiana Capotondi è la protagonista di Io ci sono, film sulla drammatica vicenda di Lucia Annibali, l’avvocatessa sfregiata con l’acido dall’ex compagno Luca Varani e assurta a simbolo di coraggio e rinascita. Il film, che sarà trasmesso il 22 novembre alle 21.25 su RaiUno, prende le mosse dal libro autobiografico di Annibali, intitolato Io ci sono – La mia storia di non amore, scritto insieme a Giusi Fasano ed edito da Rizzoli. Il film, coprodotto da Rai Fiction e Bibi Film Tv, è stato presentato questa mattina con una conferenza stampa presso gli studi Rai di viale Mazzini.

<<Ringrazio Lucia e i produttori – ha detto Cristiana Capotondi – per avermi immaginata nei panni di eroina di questa guerra contemporanea. Per me questa è una delle avventure più belle che mi legano a questo mestiere: aver conosciuto la storia di Lucia mi ha messo molto dentro a questo tema, tanto che  sin dai primi momenti sento il desiderio di far parte di questo gruppo di donne che devono accompagnare gli uomini in un percorso di metabolizzazione di quello che siamo diventate. Gli siamo cambiate sotto gli occhi molto velocemente, e qualcuno non ha metabolizzato questo cambiamento. Credo che sia bello che noi donne ci prendiamo questa responsabilità, in maniera totalmente materna, di raccontare agli uomini chi siamo>>.

Lucia Annibali ha lodato l’attore Alessandro Averone, che nel film interpreta lo scomodo ruolo di Luca Varani: <<Ha dato dignità a un personaggio che nella realtà non ne ha. Sono contenta che possa far conoscere il suo talento al grande pubblico>>. E ha aggiunto: <<Non ci sarà mai una pena che potrà ripagare quello che mi è successo. Io, come donna di legge e vittima, posso dire che nel mio caso giustizia è stata fatta. La pena è la massima prevista per un caso del genere. Penso sia auspicabile, per l’allarme sociale, individuare una fattispecie specifica di reato, che tenga conto dell’emulazione e dei danni irreparabili per le persone aggredite>>.

E’ importante che tutti vedano questo film, donne e uomini, giovani e anziani: anche la televisione, in casi come questo, può essere un felice punto di partenza per una nuova educazione sentimentale degli uomini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: