Ultime Notizie

Conferenza stampa di fine anno: duello a fil di spada tra Enzo Iacopino e Matteo Renzi

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse29-12-2015 RomaPoliticaConferenza stampa di fine anno di Matteo RenziNella foto Matteo Renzi, Enzo IacopinoPhoto Fabio Cimaglia / LaPresse29-12-2015 Rome (Italy)PoliticYear-end press conference by Matteo RenziIn the pic Matteo Renzi, Enzo Iacopino

La conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio Matteo Renzi si è svolta ieri come tutti si aspettavano: immancabili le slide, con la novità dei gufi disegnati, e i toni a metà tra ottimismo e superbia. Al netto di tutto questo, merita di essere segnalato il duello consumatosi tra il premier e il presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Enzo Iacopino.

I fatti: Iacopino ha chiesto a Renzi di non dare soldi pubblici ai gruppi editoriali che non pagano dignitosamente i giornalisti. Per tutta risposta, il presidente del consiglio si è limitato a dire di essere a favore dell’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti.

Durante il suo intervento nella nuova aula dei Gruppi parlamentari della Camera dei Deputati, Iacopino ha detto: <<Tre parole, per cominciare: schiavitù, barbarie, ridicolo. La schiavitù non è solo quella, che c’è, di quanti arrivano nel nostro Paese sperando in una vita migliore, e vengono sfruttati nelle campagne del Sud o nelle pianure del Nord. Quella, almeno a volte, viene punita: la legge la prevede come reato. Ma c’è una schiavitù che non solo è tollerata,  è perfino codificata in contratti: 4.920 euro lordi l’anno. Questo è quello che vale il lavoro giornalistico nel civile Nord-Est. Al Sud è anche peggio: un euro per articolo quando, e se, viene corrisposto. (…) Non debbono esserci denari pubblici per gli editori che non documentino di pagare dignitosamente i giornalisti>>.

Laconica la risposta di Renzi: <<Fosse per me, abolirei l’Ordine dei Giornalisti domani mattina>>.

In un’intervista rilasciata all’Huffington Post, il presidente dell’Odg ha commentato: <<Intanto mi aspettavo che Renzi dicesse che lo sfruttamento dei giornalisti è una vergogna e che appunto si tratta di sfruttamento. E speravo che il governo estendesse la norma del caporalato a tutti i lavori. Pensavo fosse una cosa di buonsenso invece, siccome andiamo verso la campagna elettorale, a Renzi conviene andare d’accordo più con gli editori che con i cittadini>>.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: